Titolo diario:

    QUATTORDICESIMO GIORNO DI ISOLAMENTO


    Inserito il giorno:

    23-03-2020


    Autore: Francesco fra. di Bolzano vicentino - ID: 1164
    Caro diario,

    Oggi mi sono alzato presto, ho svolto i compiti e dopo ho avuto una simpatica video lezione con il mio professore di italiano.
    Mi è piaciuto molto avere modo di rivedere i miei compagni.
    Una delle cose che più mi turba in questi giorni, è non essere libero di fare ciò che voglio.
    Mi sento prigioniero nella mia casa a causa di questo maledetto coronavirus.
    Ora capisco veramente ciò che i libri intendono quando parlano di schiavitù.
    Non intendo certo dire che sono uno schiavo… ma dal punto di vista della libertà, credo di esserlo.
    I libri infatti, non rendono minimamente tale concetto che si riesce a comprendere solo quando non si vive liberi.
    Mi mancano molto le uscite con i miei amici, mi manca perfino la pesca, unico passatempo che mi era rimasto e di cui ti avevo già parlato.

    Ora vado, caro diario, voglio giocare con qualche gioco di società con i miei genitori… almeno mi godo questi momenti in un così grave periodo.

    Ciao,
    Francesco Franco
    Media dei voti ricevuti: 8