Titolo diario:

    Una brutta giornata


    Inserito il giorno:

    27-03-2020


    Autore: Elisabetta c. di Bolzano vicentino - ID: 1369
    Caro diario,
    questa mattina mi sono svegliata tardi e dopo aver fatto colazione ho suonato per un po' di tempo il pianoforte.
    Subito dopo aver pranzato sono andata in camera di mia sorella Letizia ed insieme a lei ho svolto gli esercizi di ginnastica per trenta minuti.
    Quando ho finito di svolgere questi esercizi ero stanchissima, così mi sono riposata per venti minuti.
    Successivamente sono andata in ufficio ed ho eseguito i compiti di aritmetica, di storia e di scienze.
    Oggi è stato un giorno bruttissimo perchè sono decedute 969 persone per questa malattia.
    Forse io starò a casa per tutto l'anno e non incontrerò più i miei compagni e le mie professoresse.
    Ma questo non è il peggio, il peggio è che moriranno molte persone e non solo anziani ma anche giovani.
    Ora, pensando alle povere famiglie dei deceduti mi viene da piangere.
    Se morisse una persona a me cara io starei male e non me lo perdonerei mai.
    Ho paura che mia nonna materna si ammali e se dovesse morire io ci starei molto male, come lo sono stata quando è mancata mia nonna paterna.
    Ma ora devo cercare di non pensare a queste cose brutte.
    Speriamo andrà tutto bene.
    Un abbraccio virtuale :-*
    Elisabetta
    Media dei voti ricevuti: 9