Titolo diario:

    giornateetanroig


    Inserito il giorno:

    12-03-2020


    Autore: Giulia di Massalombarda - ID: 352
    Caro diario,
    Mi dispiace tanto doverti scrivere di cose tanto negative, ma è proprio di questo che si parla, sia di giorno che di notte.
    In questo periodo la paura, come una densa nebbia, avvolge tutte le persone, dai più grandi ai più piccini.
    Ti devo confessare che anche io ho molta paura, e al contrario di molte altre persone sono triste per la chiusura della scuola.
    Mi manca tantissimo correre libera in cortile e passeggiare coi miei cani lungo le estese carreggiate accostate alla mia abitazione. Mi manca moltissimo vedere i miei amici, o le mie amiche, quanto mi piacerebbe incontrarle ora... Non ho posso attribuire paragoni ai miei sentimenti oltre al fatto di sentirmi come un canarino in gabbia, anche se è per la nostra salute. In questo periodo mi sento priva della libertà, ma l'unica cosa che nessuno mi potrà mai togliere è l'immaginazione, grazie alla quale vedo i miei compagni di classe, sento il profumo dell'erba appena tagliata, le urla dei bambini nei parchi.
    Spero di poterti scrivere presto e darti notizie migliori
    Con affetto,
    Giulia


    Media dei voti ricevuti: 7.6